Seconda incursione dei ragazzi di Volta Marketing su questo blog. La prima volta ci hanno parlato di Weeats, un social network incentrato sulla possibilità di condividere fisicamente “esperienze culinarie”. Oggi rimangono sul tema “social & food” e ci presentano Letslunch, una di quelle piattaforme, sempre più in auge nel social web, che cercano di unire aspetti leggeri e personali ad altri seri e professionali. Insomma… l’utile al diletevole.

Con i ritmi sempre più frenetici che la quotidianità ci impone, per un lavoratore la pausa pranzo torna a diventare fondamentale, recuperando quella sacralità tipica dei “muratori”. Tuttavia, considerando che il lavoro porta via molto tempo che potrebbe essere dedicato a socializzare e a costruire relazioni, quale miglior soluzione di un sito web che aiuti ad organizzare pranzi “informali” di lavoro, ottimizzando al massimo i tempi lavorativi della giornata?

Partendo da questo dato di fatto, Daniele Bianca esporta dall’America una startup legata al “Pranzo di Lavoro”.

Letslunch, questo il nome, è una piattaforma social che mette in relazione professionisti con gli stessi interessi durante la pausa pranzo.

Piattaforma Social che crea relazioni tra professionisti durante una pausa pranzo..”, la sfida è presto lanciata. A chi? Naturalmente a Linkedin! Una sfida di non poco conto ma che, basandosi sulle caratteristiche a confronto tra i due, crediamo possa vincere.

All’opposto si potrebbe invece ipotizzare addirittura una loro futura collaborazione, che in fondo si potrebbero completare a vicenda. Dando la possibilità “reale” e non virtuale di poter avere vere relazioni lavorative e sociali, con una cornice (il pranzo) molto meno informale e molto più friendly delle richieste di amicizia su Linkedin, immaginiamo che presto questo Social Network possa essere adottato in poco tempo da molte tipologie di addetti ai lavori.

Tre su tutte:

  • Liberi professionisti: possibilità di creare collaborazioni con altri di pari livello in diversi settori;
  • Responsabili di imprese: possibilità di poter incontrare rappresentanti di altre società utili per lavorare in outsourcing;
  • Futuri professionisti: possibilità di neo-laureati o dipendenti, in cerca di nuove esperienze di farsi conoscere con un canale un-conventional, ed avere l’opportunità del faccia a faccia informale.

Il motivo del successo di questa idea? Oltre alla sua innovatività, è il funzionamento intuitivo e facile: basta iscriversi gratuitamente al sito, selezionare le zone dove è possibile incontrare il proprio “compagno” di pranzo (sino a cinque città), gli orari e i giorni disponibili, indicare brevemente i propri interessi e vedere quali sono in base a questi, le persone che potrebbero pranzare con te.

Inoltre l’utente può creare una sorta di wishlist, inserendo i nomi delle persone con le quali vorrebbe pranzare, i cosiddetti utenti VIP.

Al resto pensa il sito: incrociando i dati il sistema troverà l’utente iscritto compatibile, proprio come in un gioco per coppie! Dopodiché gli utenti verranno avvisati tramite mail e organizzeranno il loro pranzo di lavoro.

Alla fine dell’incontro è richiesto un feedback sulla persona con la quale si è pranzato; insomma un commento qualitativo sui 45 minuti di pranzo passati insieme, e un punteggio (che invece rimarrà segreto) sul proprio commensale, utile per creare la reputazione dell’utente. Dinamiche social, da non sottovalutare se si pensa sempre al confronto con uno “statico” Linkedin, sotto questo punto di vista.

Ovviamente lo scopo di questo social network è creare delle relazioni lavorative proficue, che quindi hanno bisogno di molto tempo,e non di certo di un solo pranzo per creare una partnership!

E’ necessariamente da evitare la convinzione di poter presenziare ad un pranzo e fare attività di “spam reale”, o anche di semplicemente vendita della propria persona e della propria società, onde evitare di emarginare di disincentivare tutte quelle persone che stanno sposando questa idea, supportandola.

Questo articolo è scritto da Volta Marketing & Comunicazione, gruppo di giovani consulenti di Marketing, specializzati in Web Marketing, Social Media Marketing e Gestione del CRM. Volta è presente su Facebook,Twitter e Pinterest dove si confronta con i propri utenti e gli esperti del settore.