collaborative-era

L’estate, con i suoi ritmi blandi e quel mix ormai consolidato di ferie e lavoro, tipico di chi fa il nostro mestiere, rappresenta una buona opportunità per ritagliarsi spazi di approfondimento. Per me lo è stato per sviscerare un tema che trovo molto intrigante: la cosiddetta collaborative economy.

The Collaborative Economy is an economic model where ownership and access are shared between corporations, start-ups and people. This results in market efficiencies that bear new products, services and business growth.

Servizi come AirBnb e Uber, che molti di voi conoscono e utilizzano, rappresentano un’interessante novità nell’odierno panorama aziendale per i numeri che generano e per le modalità in cui si stanno sviluppando. Le peculiarità di queste aziende, figlie maggiori dell’ondata di “economia della condivisione”, provocano accesi dibattiti su tematiche al confine tra legge, tecnologia e “corporazionismo”.

Per poter meglio affrontare la questione credo sia saggio dare un’occhiata alla serie di contenuti che vi riporto di seguito.

Report: Corporations must join the Collaborative Economy, completissimo articolo di Jeremiah Owyang, con tanto di slide, report e video. Assolutamente da leggere.

How AirBnb and Uber could be the next eBay and Amazon, articolo in cui lo stesso J.Owyang si lancia in un’affascinante visione di un prossimo ribaltamento nelle gerarchie aziendali causato proprio dalla collaborative economy.

Collaborative Economy in Travel: The Big Disruptorpost di Frederic Gonzalo che si sofferma sul settore del turismo, là dove la collaborative economy sta già producendo enormi cambiamenti.

Sharing Economy: cosa cambia nel travel?, presentazione di Miriam Bertoli in cui si spiegano i concetti cardine della sharing economy in ambito turistico.

Uber, quando una innovazione disruptive genera fastidio a chi non innova, interessante testimonianza di Fabio Lalli riguardo ad Uber e alle dinamiche di “corporazionismo” che piattaforme del genere si trovano ad affrontare.

Uber: la legge, il mercato, la tecnologia, le corporazioni, i problemi emergenti delle piattaforme, lucidissima analisi di Luca De Biase su tutto il fenomeno e soprattutto sui suoi coni d’ombra.

Idee per startup: il supermercato diffuso o “TownCommerce”articolo in cui Gianluca Diegoli offre interessanti spunti, ispirato dalla creazione di un’ipotetica startup.

Naturalmente se avete qualche altro articolo da segnalare sull’argomento siete i benvenuti.

UPDATE: Alessandra Farabegoli mi ha appena segnalato un suo post sull’argomento: Niente tornerà più come prima

Fonte immagine: http://www.flickr.com/photos/altimetergroup/8942476654/sizes/l/in/photostream/