Non mi sono occupato mai troppo nello specifico di turismo“. Questo il pensiero che mi balenava nella testa quando gli organizzatori di #BTO2012 hanno pensato al sottoscritto come storyteller ufficiale per questa edizione (si parte domani!).

Poi, tra una cosa e l’altra, sono andato a frugare nei meandri di questo blog rendendomi conto che il pensiero in effetti non è poi del tutto esatto…

In effetti, riguardo il tema del turismo rapportato al social web, “qualcosina”  ho scritto e lo condivido come cassetta degli attrezzi personale verso il BTO:

Mi sono anche ricordato di aver avuto l’illuminazione di lasciare spazio al buon Alessandro Fontana che ha condiviso da queste parti alcune riflessioni sulle evoluzioni delle dinamiche del viaggio.

E poi, sorpresa delle sorprese, in una vita precedente sono stato anche travel blogger

E mi sono tolto lo sfizio di raccontare in maniera molto personale la Sardegna e la sua comunicazione, le peculiarità della città di Strasburgo, il Portogallo dal punto di vista enogastronomico e perfino la pedagogica dell’inaspettato tra Francia e Svizzera.

Mica male per… uno che non scrive (nello specifico) di turismo!

Fonte immagine: http://www.flickr.com/photos/sgmdigital/6321990798