Mentre a Google, in preda a quell’affanno tipico di chi insegue, continuano ad incappare in errori strategici piuttosto grossolani non sentendosi evidentemente a proprio agio con le dinamiche democratizzanti del social web (dopo le strategie di iscrizione massiccia coatta e interazione forzata, ecco arrivare l’imposizione del “+1″ al rating dei video di YouTube che ha suscitato non poche polemiche)…

A Facebook, dove potrebbero essere in ansia per la costruzione di un motore di ricerca, invece continuano a potenziare con astuzia l’Open Graph rendendo ancora più incredibile la lista delle possibilità legate a timeline e applicazioni.

Ora Facebook ha introdotto una nuova funzionalità che permette di interagire con queste applicazioni direttamente dal news feed, senza uscire da Facebook stesso: gli Action Links permettono agli sviluppatori di inserire dei link personalizzati che richiamino una determinata azione, permettendo alle persone di interagire subito con ciò che viene condiviso, a prescindere che il contenuto si trovi nel news feed, nella Timeline di una pagina o di un profilo, o nel ticker – grazie al frictionless sharing. via Luca Della Dora

Chi corre e chi… insegue. Appunto.