Dando un’occhiata ai Top Trends 2011 relativi a Twitter (pubblicati, in due ricerche distinte, sia dal team di Hootsuite, sia da quello di Twitter stesso) non posso fare a meno di notare che, nonostante la natura distinta, le diversità comunicative e le tante peculiarità “filosofiche” che noi markettari associamo ad una piuttosto che ad un’altra piattaforma di social networking, l’utilizzo principale resta profondamente legato al “cazzeggio” (entertainment, per dirla proprio correttamente).

La dura legge del social… senza che peraltro sia un male o un bene.

Fatevene una ragione.