Mentre Foursquare sembra puntare più sui check-in automatici che sulle recommendations, che costituirebbero la base per diventare una social-guida creata dagli utenti e, a mio parere, potrebbero garantirgli una maggiore diffusione nel mercato e sicura longevità…

Mentre l’accoppiata Places-Deals di Facebook è ancora in fase di rodaggio…

Groupon
si muove e lancia il video promozionale di Groupon Now, che secondo le ultime ricerche sul comportamento degli utenti potrebbe offrire le garanzie migliori di completamento del “triangolo magico” mobile-geolocalizzazione-sconti.

Siamo davanti alla killer app delle applicazioni basate sulla geolocalizzazione?

Groupon Now si propone come un’applicazione per mobile, che unisce alle ormai celebri dinamiche dei gruppi di acquisto online (al raggiungimento di un certo numero di utenti, in un determinato tempo, si sblocca un’offerta promozionale altamente vantaggiosa, di cui tutti gli iscritti possono usufruire), la possibilità di essere annunciati, in tempo reale, direttamente sul proprio smartphone, di tutti gli sconti nei pressi del luogo geografico dove ci si trova (potere della geolocalizzazione!).

Per chi non avesse chiaro il meccanismo ecco il video promozionale che sta facendo il giro del web…

Ma come ha fatto Groupon ha creare una rete di partner commerciali talmente estesa e proficua da poter permettersi il lusso di arrivare dopo nel settore delle location-based app e (probabilmente) farla da padrone?

Nei prossimi giorni ragioneremo insieme sull’infallibile modello di business di Groupon.
In campana, miraccomando…