Probabilmente, sorpassati i 5 milioni di utenti (ora siamo a 6…) e svelata una diffusione mondiale abbastanza capillare (negli stati centro-orientali Usa, in una larga parte dell’Europa e in Giappone densità di check-in altissima), il fenomeno Foursquare potrà avvalersi del titolo di sorpresa dell’anno e abbandonare definitivamente l’etichetta di applicazione di nicchia

L’infografica con i risultati 2010, pubblicata dal team di Crowley, sta facendo il giro del Web lasciando aperte le bocche anche dei più scettici… (clicca sull’immagine per ingrandire).

Certo ci sono ancora “zone d’ombra” e il servizio dovrà guardarsi le spalle da quel furbetto di Zuckerberg che sicuramente starà pensando a come sviluppare strategie alternative per Facebook Places.

Ma quegli oltre 381 milioni di check-in (+ 3400 % !!!) pesano come un macigno…

E le mie personali (ma non solo) perplessità su falsi check-in e sulla privacy piuttosto paradossale dei servizi di “geolocalizzazione social” sembrano, per il momento, poco recepite dagli utenti…

Secondo voi è stata superata la fase in cui Foursquare veniva considerato prodotto di nicchia?

La discussione è quanto mai attuale e il vostro parere non solo è apprezzato ma anche caldamente sollecitato e che… la conversazone continui!