Era qualche tempo che cercavo dei dati oggettivi sulla sfida tra Foursquare e Facebook Places. Le due location-based application continuano a sfidarsi a colpi di check-in e non sembra facile stabilire con chiarezza chi se la stia passando meglio…

Foursquare appare in salute: ha superato da poco i 5 milioni di utenti, ha introdotto diverse modifiche che migliorano il servizio (foto e commenti e nuove pagine business, su tutte). Crowley ha fatto chiarezza nelle strategie di business e lo strumento, anche in Italia, gode di una forte reputazione e buona diffusione nella nicchia degli appassionati (qualcuno ha dei dati precisi sull’Italia?).

Facebook Places si sta diffondendo, a mio parere, con più lentezza del previsto. La strategia precisa di tenersi alla larga dal “gaming” non sembra per il momento pagare e Deals (la piattaforma business di sostegno) non decolla. In attesa di sviluppi, in Italia, se ne parla poco e in maniera non proprio entusiasta.

Grazie ad alcune statistiche, scovate sul Web, voglio cercare di comprendere insieme a Voi se la questa mia percezione del fenomeno sia corretta.

Valor.tv propone un interessante confronto sui check-in fatti nei 10 aeroporti più trafficati degli USA.

Foursquare stravince la sfida: in quasi tutti gli aeroporti il numero di check-in è maggiore (almeno…) del doppio di quelli effettuati attraverso Places.

Tutto rose e fiori per Crowley e la sua creatura? Forse no…

Nicolas Reyt la pensa diversamente e sul blog pubblica un grafico firmato Compete, che testimonierebbe un calo del 45% nelle visite uniche mensili a Foursquare, dalla nascita di Facebook Places (agosto 2010).

A questo punto i dubbi permangono e probabilmente la situazione si chiarirà in futuro. Voi che cosa ne pensate? Via alla discussione…