La riflessione del giorno me l’ha ispirata un ottimo articolo di Giorgio Soffiato, su Marketing Arena. L’autore si interroga, in maniera davvero lucida, sulle effettive potenzialità del social media marketing, moda markettara del momento, esprimendo alcuni punti critici, tra cui questo che mi ha colpito di più…

Il social è pericoloso: ci sono di mezzo gli utenti, non si può sbagliare, le aziende hanno paura.

Questo pensiero, assolutamente condivisibile, mi ha fatto tornare alla mente un bel pò di Cluetrain Manifesto, nonchè alcune delle 91 Tesi di marketing diverso di Diegoli che al contrario spingono le aziende ad aprirsi totalmente alla conversazione con gli utenti, a scendere dalla propria “torre d’avorio”.

Tanti sono i pregi derivati dall’utilizzo del socialmedia marketing. Primo fra tutti l’enorme diffusione delle Reti Sociali (la maggiorparte degli utenti/clienti si trova li!). Tanti sono anche i difetti, tra cui, per esempio, la difficoltà di garantire in maniera scientifica un ritorno economico.

Tirando le somme… il gioco vale la candela? Mi piacerebbe aprire una discussione.

A mio modesto parere non possono non entrare in questo dibatito due concetti totalmente abbandonati dal “marketing del denaro ad ogni costo“, che ritornano a reclamare spazio (acclamati dagli utenti) in questo nuovo Web Marketing Sociale: trasparenza e fiducia. Che cosa ne pensate?

Che la conversazione continui!