Attraverso lasblogenpunto, ottimo blog spagnolo di marketing, sono venuto a conoscenza di una campagna promozionale “diversa” dal solito e per questo estremamente interessante.
Il mondo della pubblicità resta spesso estraneo a questioni politiche difficili come il conflitto Isreale-Palestina, ma, questa volta, un’agenzia di comunicazione israeliana, BBR Group/Saatchi & Saatchi,  ha deciso di cimentarsi in una missione impossibile: conseguire la pace.

In che modo? Dando spazio ai propri clienti che possono proporre un’idea originale, cretiva ed ispiratrice, che permetta di avvicinare queste due nazioni logorate da una guerra che va avanti ormai da più di 60 anni. Le proposte verranno esaminate da una commissione formata da rappresentanti dei due paesi ed il vincitore riceverà in premio un’entratra al festival di Cannes 2011.

Di sicuro una bella campagna che mette il Web 2.0 al servizio della pace. Magari non servirà a risolvere il conflitto ma di sicuro farà riflettere e sensibilizzerà le persone. E chissà che non venga fuori qualche idea interessante.