La privacy degli utenti di internet, soprattutto con l’esplosione dei Social Network, è uno degli argomenti “caldi” del momento. Google cerca di rispondere alle critiche sul tema dichiarando esplicitamente i principi essenziali che regolano il controllo sulle informazioni degli user.

Prima di Natale, Facebook, ha invitato i propri user a controllare le impostazioni sulla privacy, cercando di dimostrare attenzione verso i più scrupolosi. Google, pressapoco nello stesso periodo, ha introdotto Dashboard, una sorta di pannello di controllo in cui l’utente può vedere tutte le informazioni che sono in possesso di Big G, attraverso i vari servizi che si utilizzano, e modificare le diverse impostazioni sulla privacy.
In questi giorni Google Italia, ha invece pubblicato un video in cui spiega quali sono i principi che a Mountain View ritengono essenziali per la salvaguardia dei dati personali degli internauti.
Nel video… (continua)vengono delineati 5 principi fondamentali, la cui messa in pratica dovrebbe (condizionale d’obbligo!) tranquillizzare anche gli utenti più “paranoici“:

  1. Prodotti e Servizi: le informazioni sono utilizzate per migliorare prodotti e servizi offerti all’utente, ad esmpio mostrando i risultati più pertinenti all’interno di una ricerca.
  2. Elevati standard di privacy: i prodotti dispongono di efficaci standard di privacy, che permettono all’utente di impostare come meglio crede le proprie informazioni personali.
  3. Trasparenza: la raccolta dei dati è resa trasparente grazie a Dashboard, di cui ho parlato poc’anzi.
  4. Scelta: gli utenti dispongono della possibilità di scegliere se rendere pubblico o privato tutto ciò che pubblicano sui vari strumenti di Google (es. video su Youtube). Possono inoltre eliminare la propria cronologia nelle ricerche, o segnalare qualsiasi problema in caso di violazioni (es.Street View).
  5. Responsabilità: Google garantisce di essere amministratori responsabili dei dati in proprio possesso, cioè di non vendere ad altri le informazioni personali. 

Il messaggio che vogliono far passare a Mountain View è che “sei tu utente a decidere dei tuoi dati! Google si comporterà di conseguenza alle tue scelte“.
Il sito http://google.it/privacy spiega, oltre al video che propongo sotto, tutto ciò che serve per salvaguadare la propria vita personale. Speriamo basti!