E’ sempre interessante venire a conoscenza di dati che riguardano l’età degli utenti che utilizzano i social network. E’ ancor più interessante quando queste informazioni sembrano confermare nuove tendenze di utilizzo del Web. Uno studio di Royal Pingdom di questi giorni (purtroppo riguardante i soli Stati Uniti), dimostra che l’età media degli utenti “social” è maggiore a quella che il senso comune farebbe pensare.

Età media degli utenti USA sui 19 social network analizzati

Da notare che (CONTINUA…)se sommiamo tra loro le fasce di età 18-34 e 45-64, non può sfuggirci che i “vecchietti” sui social network sono adirittura di più dei “giovani”. Ve lo sareste aspettato?

Distribuzione per fasce di età nei social network analizzati

Ancora più interessante è questa seconda immagine che ci riporta la distribuzione di età degli utenti “social”, sito per sito. Concentratevi soprattutto sulla fascia degli over 35, davvero inaspettatamente numerosissimi sui media sociali. Soprattutto la fascia 35-44, rappresentata in verde, è quella più attiva su adirittura 11 dei network presentati.

Età media degli utenti, sito per sito

Per concludere mi sembra doveroso sottolineare i 44 anni, in media, degli utenti di Linkedin (forse abbastanza comprensibili per l’utilizzo professionale dello strumento, i 38 e 39 di Facebook e Twitter (sicuramente più di quello che pensassi io, non so voi…).
Ciò che però mi sorprende davvero è che il social network più “giovane” tra quelli analizzati, Bebo, ha un età media degli utenti “social” di ben 28 anni.

Peccato non avere una ricerca simile con i dati italiani, ma già da qui si possono trarre importanti conclusioni:  si parla tanto di nativi digitali, ma i social network sembrano sempre di più terreno per vecchie volpi (e che nessuno si offenda…).

Via | Infoservi, Totale e Valoriprimilab
Fonte | Royal Pingdom